Russian throttle algorithm & Current-based Throttle Algorithm

di | Febbraio 10, 2020

Russian throttle algorithm & Current-based Throttle Algorithm sono due nomi molto ricorrenti quando si tratta di creare dei firmware customizzati per i nostri Xiaomi M365, M365 PRO, Ninebot ES1, ES2, ES4 e MAX G30. Rappresentano la stessa cosa, e compaiono nelle schermate di personalizzazione del firmware in questo modo:

o così:

I consigli di MonopattinoItalia: non sai come gonfiare le gomme del tuo monopattino? Utilizza questo compressore portatile! E’ fantastico!

Ma cosa sono? E cosa ottengo se spunto la casella di attivazione rendendoli così effettivi nel mio firmware custom?

L’algoritmo dei monopattini stock: lo Speed Based Throttle

Premetto dicendo che tutti i nostri monopattini sono basati sullo “Speed Based Throttle“, ovvero che sul nostro acceleratore ogni posizione corrisponderà ad una velocità prevista. Quindi una rotazione del 50% porterà il monopattino al 50% della sua velocità massima, 70% al 70% fino ad arrivare al 100% dove il monopattino vi porterà alla massima velocità possibile. Nella pratica il monopattino dirà al motore di girare ad alta potenza fino a raggiungere la velocità prevista (ad esempio 20 km/h), poi di arrestarsi poi ancora alta potenza per mantenere tale velocità costante. Tale procedimento viene percepito dal guidatore come dei leggeri scatti, una guida non fluidissima. La massima potenza (se avete un firmware custom sarà dettata dalla Motor Power Constant, clicca qui per la guida) sarà erogata solo quando necessario, ovvero una partenza da fermo o una salita.

L’algoritmo Current Based o Russo

Russian throttle algorithm & Current-based Throttle Algorithm sono invece “Current Based Throttle“, ovvero algoritmi sulla base dei quali sul nostro acceleratore ogni posizione corrisponderà in questo caso ad un totale di potenza erogata in quel momento. Ad esempio un acceleratore girato a metà corrisponderà ad una erogazione della metà della potenza totale del monopattino in termini di Watt e la mantiene costante (su M365 stock ad esempio 250W su un totale di 500W massimi). Ciò permette una guida molto più fluida. E’ lo stesso principio di qualsiasi motore termico con cui avete avuto a che fare. Ad esempio l’automobile, ad un totale di pressione somministrata al pedale corrisponde una quantità di potenza erogata e non una velocità predefinita! Con acceleratore al 100% con un protocollo current based il monopattino darà al motore la massima potenza fino alla velocità di rotazione massima limitata poi dal voltaggio della batteria.

La pratica

Spiegato in termini pratici la guida con algoritmo current based si rivelerà con un andatura più fluida, più simile ad una moto che ad un veicolo elettrico per intenderci, più lineare nell’erogazione.  Se si vuole abilitare il Current Based Throttle si dovrà riadattare lo stile di guida perchè risulterà quasi un’altro mezzo, guida più “burrosa” e monopattino molto più pronto, più sportivo e perchè no, più divertente!. E’ consigliato disattivare completamente il KERS in decelerazione (clicca qui per leggere la guida a riguardo) perchè il punto forte di questo algoritmo è quello di dare potenza e quindi rollio libero come si farebbe con una moto. Tenete presente che se guidate regolarmente in aree con molto traffico pedonale, o magari dovete stare dietro a un ciclista, è sconsigliato attivare questo algoritmo, soprattutto se girate con potenze alte (o parlando in modo tecnico, Motor Power Constant basse). O meglio potete comunque provarlo e poi eventualmente rimuoverlo. La minima pressione sull’acceleratore con un algoritmo così reattivo vi creerà difficoltà e la guida diventerà un po’ scattosa!

Autonomia

Per quanto riguarda il fattore autonomia della batteria ci sono esperienze discordanti in quanto tutto si basa sullo stile di guida che uno adotta. Questo algoritmo permette di mantenere prestazioni anche a livelli di carica bassi, ma questa fase finale verrà scaricata prima. Ovviamente se una persona gira sempre ad acceleratore girato scaricando tutti i Watt del motore la batteria garantirà meno autonomia in termini di percorrenza. Ci sono utenti che tramite questo algoritmo hanno aumentato l’autonomia di un 10-15%, altri che invece l’hanno persa. Consiglio sempre per i primi giorni di tenere monitorata la temperatura del vostro hardware.

C’è da specificare inoltre che questo algoritmo va a cancellare tutti i limiti di velocità impostati nelle modalità ECO, DRIVE e SPORT, saranno tutte uguali! Alcuni utenti segnalano un funzionamento non perfetto del Cruise Control a basse velocità.

I consigli di MonopattinoItalia: Ninebot MAX G30. Massiccio e solido monopattino che sta spopolando nel mercato Italiano. Spedizione rapida e garanzia due anni:

Detto questo vi ricordo che MonopattinoItalia.it non è responsabile di eventuali danni recati al vostro monopattino!

Qui ilink per personalizzare i vostri firmware ed attivare l’algoritmo current based:

Vi allego qui un’altro articolo tecnico molto interessante per chi è intenzionato a realizzare il suo firmware customizzato: