Firmware Public/Private Ninebot MAX G30

di | Ottobre 15, 2020

Ninebot Max G30 si sta guadagnando una grande fetta del mercato della micromobilità. Oggi parleremo di un nuovo pacchetto firmware denominato “Firmware Public/Private Ninebot MAX G30”, ispirato ad una beta per Xiaomi M365 PRO comparsa sul nostro canale Instagram e associata all’acronimo “PP” (Public/Private).

Il settore del monopattino elettrico negli ultimi mesi sta suscitando molti scandali e diatribe riguardo la sua sostenibilità e sicurezza, complice del fatto uno smodato ed irresponsabile utilizzo soprattutto nel settore sharing. Tutto questo si sta ripercuotendo anche sugli utilizzatori privati che vengono sottoposti sempre più spesso a controlli del proprio mezzo nonostante siano coloro che prestano più attenzione nel farne un utilizzo intelligente ed in sicurezza.

Nel caso non siate ancora in possesso del monopattino in questione ecco il link con spedizione rapida e garanzia Amazon:

Il Firmware Public/Private Ninebot MAX G30

Come ben sappiamo il codice della strada italiano prevede un limitatore a 25 Km/h e uno a 6 km/h (oltre al limite dei 500w di potenza, ma nel nostro caso non è un problema). Molti nostri utenti utilizzano il monopattino in alternanza tra strade pubbliche ed aree private, trovandosi in difficoltà una volta installato un firmware custom che ne aumenta le prestazioni togliendo ogni limitatore, vedi ad esempio il gettonatissimo pacchetto firmware “Miglior Firmware per Ninebot MAX G30“. In effetti l’installazione di tali firmware rende il monopattino illegale nell’utilizzo su strade pubbliche (Monopattinoitalia.it infatti ne ha sempre promosso l’utilizzo solo su strade private). Da qui ne derivava l’obbligo da parte dell’utente di eseguire continui flashing del monopattino per passare da firmware customizzato a firmware originale.

Monopattinoitalia.it oggi vi propone un pacchetto Firmware Public/Private Ninebot MAX G30 che è in grado di integrare al suo interno un firmware in regola con il Cds ed uno totalmente sbloccato e simile in tutto e per tutto al precedente pacchetto pubblicato nel nostro sito (si ricorda che modificare il firmware di un monopattino è comunque una azione illegale).

Firmware Public/Private Ninebot MAX G30

Come è possibile questa cosa? Il cambio da un monopattino che rispecchia i limiti di legge a uno totalmente sbloccato nelle sue velocità avviene (grazie appunto a Firmware Public/Private Ninebot MAX G30) tramite la modalità di accensione:

  • ACCENSIONE CLASSICA TRAMITE TASTO CENTRALE: monopattino limitato a 25 km/h e idoneo a transitare su suolo pubblico
  • ACCENSIONE TRAMITE TASTO CENTRALE + LEVA DEL FRENO TOTALMENTE TIRATA: monopattino totalmente sbloccato per l’uso su aree private.

In poche parole per cambiare da una modalità all’altra basterà riavviare il monopattino secondo la modalità prescelta. Andiamo ora ad analizzare a fondo il funzionamento del firmware. Si ringrazia Scooterhacking per tutto il lavoro svolto.

Caratteristiche generali del firmware PP

Il firmware, nel classico stile Monopattinoitalia, è strutturato su 3 livelli di potenza, ovvero BOOST PP, TORQUE PP, DRAGSTER PP. La differenza da un livello di potenza all’altro andrà inficiare non tanto sulla velocità massima (32 Km/h su motore Gen1/Serie 6 e 37 Km/h su motore Gen2/Serie 9) ma sull’accelerazione ed ovviamente sui consumi.

DISCLAIMER: MonopattinoItalia non è responsabile di eventuali danni recati al vostro monopattino attraverso l’utilizzo dei file scaricabili gratuitamente dal sito. Si ricorda inoltre che il Codice della Strada Italiano impone come limite di velocità per i monopattini elettrici i 25 Km/h. MonopattinoItalia non è quindi responsabile di eventuali sanzioni derivanti dall’utilizzo di tali potenziamenti su suolo pubblico. Se ne prevede pertanto l’uso solo su aree private.

Si ricorda che Monopattinoitalia.it non ha come peculiarità quella di configurare firmware esasperati ma bensì che implementano e migliorano l’esperienza di guida.

Il firmware che andrà a proporvi è appunto disponibile in 3 versioni, la meno potente da 800 WATT, intermedia da 925W e più potente da 1050W (il monopattino originale eroga 700W di picco). Anche le modalità ECO e NORMAL risulteranno potenziate in proporzione al tipo di firmware scelto. La scelta del firmware va eseguita in base alle prestazioni che si desiderano ottenere in rapporto alla diminuzione dell’autonomia. Vanno inoltre considerati il peso del conducente e se i percorsi previsti sono ricchi di salite (guidatore pesante e salite ripide porterebbero ad eventuali surriscaldamenti del monopattino).

Le tre versioni sono denominate:

  • BOOST PP: la meno potente, aggiunge 100W rispetto al monopattino di fabbrica. Autonomia quasi invariata, discreto incremento di accelerazione e coppia. Partenza a 3 Km/h.
  • TORQUE PP: la classica scelta intermedia, aggiunge 225 W rispetto al firmware ci serie. Autonomia moderatamente ridotta, buon incremento di coppia ed accelerazione. Grande miglioramento delle prestazioni in salita. Partenza a 2 km/h.
  • DRAGSTER PP: come lascia ben intuire il nome la più potente di tutte. Aumento di 350W rispetto al monopattino di serie. Accelerazione e coppia veramente di rilievo, vi ritroverete in un attimo alla velocità massima. Ovviamente in questo caso autonomia ridotta, anche in base ai vostri percorsi, al vostro peso e a quanto sfruttate la potenza extra. Ottime le prestazioni in salita. Partenza a 2 km/h.

Come si può notare variano inoltre le partenze da fermo, 5 km/h sono veramente esagerati e spesso si rischia di incappare in “false partenze”. In questo caso troveremo partenze a 2/3 Km/h a seconda della versione di firmware prescelta.

Ovviamente all’aumentare della potenza diminuirà l’autonomia del mezzo proporzionalmente al firmware scelto e alla modalità di guida.

Il cruise control si attiverà dopo 3″ a velocità costante e non più a 5″.

Sicuramente i firmware godranno di upgrade futuri. Se desideri essere aggiornato ti consigliamo di mettere “Mi Piace” o seguire la nostra pagina Facebook:

O di seguire la nostra pagina Instagram cliccando qui sotto:

Instagram Monopattinoitalia.it

Accensione classica: modalità PUBLIC

Grazie al Firmware Public/Private Ninebot MAX G30 l’accensione del mezzo solo mediante il tasto centrale attiverà la modalità PUBLIC.

Tale modalità prevede che Drive e Sport siano limitate a 25 km/h (con tutti i seriali, che siano essi DE, US ecc ecc).

L’accelerazione invece sarà aumentata proporzionalmente al firmware selezionato. Il monopattino risulterà quindi molto scattante ma limitato in velocità.

L’acceleratore sarà gestito con il classico schema “speed based throttle”, ovvero un acceleratore basato sulla velocità. Su tale acceleratore ogni posizione della leva corrisponde ad una determinata velocità proprio come su monopattino originale.

Il cruise control verrà attivato dopo 3″ e risulterà molto stabile nel mantenimento della velocità prescelta.

Il KERS (recupero di energia in fase di DECELERAZIONE)è disattivato. Alcuni saranno scettici ma in realtà è una opzione già presentata su molti firmware per Xiaomi M365 e anch’essa molto apprezzata. Il KERS infatti non recupera molta energia in decelerazione e spesso porta a surriscaldamenti. Il KERS inoltre rende l’esperienza di guida fatta di accelerazioni e decelerazioni, poco fluida. La sua disattivazione porta il monopattino al rollio libero quando si molla l’acceleratore e quindi a percorrere metri su metri a consumi pressochè pari a zero! Metodo per limare i consumi è il dare colpetti di gas alternati a momenti di rollio libero.

Il freno motore RESTA ATTIVO e con la stessa potenza del monopattino originale IN FASE DI FRENATA.

Si ricorda che in tutti i casi, essendo il firmware dotato di rollio libero, è sconsigliato effettuare frenate brusche dopo aver raggiunto alte velocità di picco (maggiori di 32 Km/h in caso di motore con seriale 6, 37 km/h nel caso del seriale 9), soprattutto in discesa dove l’assenza di freno motore porta appunto a raggiungere velocità degne di nota. Si consiglia quindi di effettuare piccole frenate quando sta per sopraggiungere tale velocità “limite”.

In definitiva la modalità PUBLIC definisce un monopattino con gli stessi limiti di velocità dell’originale ma al contempo più scattante e con qualche implementazione come riduzione delle tempistiche di cruise control, riduzione della velocità della partenza da fermo e l’assenza di freno motore in decelerazione.

Accensione con tasto centrale + freno tirato: modalità PRIVATE

Sempre grazie al Firmware Public/Private Ninebot MAX G30 l’accensione del mezzo premendo il tasto centrale mentre la leva del freno è tirata attiverà la modalità PRIVATE. Analizziamo ora tutte le sue caratteristiche:

  • VELOCITA’ SBLOCCATA: nella modalità private tutte le velocità sono sbloccate, il monopattino potrà raggiungere i 32 Km/h su motore Gen1/Serie 6 e 37 Km/h su motore Gen2/Serie 9 a batteria piena. La velocità massima andrà a calare con il diminuire della percentuale della battteria.
  • ALGORITMO RUSSO SU TUTTE LE MODALITA‘: la modalità Private, a differenza della Public, prevede un acceleratore “power based throttle” o “russian throttle algorythm“, una modalità dove ad ogni posizione della leva corrisponde un totale di potenza erogata. La gestione dell’acceleratore diventa quindi molto più simile ad un motore termico (automobile, motocicletta) e si potrà viaggiare a ottime velocità con un filo di gas. Per approfondire il tema clicca qui per accedere all’articolo dedicato. Tale algoritmo andrà a definire anche il cruise control in un “power cruise control”, ovvero esso non tenterà più di tenere una velocità costante ma bensì una potenza costante. Il monopattino potrebbe quindi aumentare o diminuire lentamente di velocità con cruise inserito.
  • KERS DISATTIVATO: come nella modalità Public, è l’assenza del freno motore in fase di decelerazione. Il KERS  non recupera molta energia in fase di decelerazione e spesso porta a surriscaldamenti. Il KERS inoltre rende l’esperienza di guida fatta di accelerazioni e decelerazioni, poco fluida. La sua disattivazione porta il monopattino al rollio libero quando si molla l’acceleratore e quindi a percorrere metri su metri a consumi pressochè pari a zero! Metodo per limare i consumi è il dare colpetti di gas alternati a momenti di rollio libero. Il freno elettronico anteriore resta attivo in fase di effettiva frenata tramite leva. Come precedentemente citato è sconsigliato effettuare frenate brusche dopo aver raggiunto alte velocità di picco.
  • FUNZIONE ANTISTRAPPO: già presente nel precedente pacchetto firmware. Problema noto nei monopattini elettrici è una sorta di vuoto quando si passa dalla fase di decelerazione alla fase di accelerazione, e tale cosa è ancora più percepibile quando si lavora con KERS disattivato. A rimediare questo fastidioso problema ci viene incontro la funzione antistrappo, tramite la quale il motore non viene “spento” in fase di decelerazione ma viene lasciato in uno standby attivo a bassissimo wattaggio “20-30 watt” in modo da farlo trovare pronto quando si vorrà tornare alla fase di accelerazione. Chi lavorava già con KERS disabilitato noterà la presenza del tipico sibilo del motore del G30 anche in fase di decelerazione tramite questi firmware.
  • ACCELERATORE LINEARE / QUADRATICO: in questo pacchetto Firmware Public/Private Ninebot MAX G30 Monopattinitalia propone due tipi di gestione dell’acceleratore con controllo di potenza: il lineare ed il quadratico.
    • L’acceleratore lineare prevede un incremento costante di potenza all’aumentare della pressione sull’acceleratore. Ne conseguirà una grande reattività dello stesso, il quale donerà una buona dose di potenza fin da subito. Rovescio della medaglia sarà una difficile gestione del monopattino alle basse velocità a causa del suo nervosismo.
    • L’acceleratore quadratico (o esponenziale, già visto nel precedente pacchetto firmware ed usato di default in quel caso) prevede un incremento molto moderato di potenza nella prima parte dell’acceleratore per poi passare ad un brusco incremento nella sua parte finale. A sensazione presenterà una minor reattività ma permetterà una facile gestione del monopattino alle basse velocità, soprattutto nel caso di G30 dove l’accelerazione con questi firmware risulta molto corposa.
Acceleratore lineare (SX) e quadratico (DX)

Non abbiamo ritenuto necessario introdurre l’acceleratore quadratico nel firmware meno potente, ovvero il Boost PP. Torque PP e Dragster PP sono invece disponibili sia in versione lineare che quadratica.

Scheda tecnica

VersionDRV 126DRV 126DRV 126
Power800 Watts925 Watts1050 Watts
Start Speed3 km/h2 km/h2 km/h
Cruise control3″3″3″
ThrottleLinearLinear/QuadraticLinear/Quadratic

Tali firmware sono perfettamente compatibili con eventuali “Speed Patch” e “Ble con percentuale batteria” (clicca per maggiori info).

ATTENZIONE: una corretta pressione degli pneumatici aiuta il motore a sforzare di meno e a raggiungere la massima velocità possibile (e quindi ad evitare surriscaldamenti). Una corretta pressione aiuta inoltre a scongiurare forature precoci dovute a pizzicamenti o a sfregamenti della camera d’aria dentro il copertone stesso. Le gomme non vanno gonfiate ad occhio, occorre una pressione precisa. Spesso aiuto utenti che non riescono a raggiungere buone velocità con il loro monopattino, e la maggior parte delle volte è a causa di una pressione errata dei pneumatici! Sappiate che un monopattino appena uscito dalla scatola presenta spesso pressioni che sono la metà rispetto quella consigliate. Una scarsa pressione porta ad una “virtuale” riduzione del diametro dei pneumatici, riducendone la percorrenza per ogni giro di ruota, e quindi la velocità massima! Per quanto riguarda il controllo della pressione ho provato vari prodotti ma un prodotto davvero efficace è questo compressore portatile per monopattino elettrico, versatile per gonfiare l’auto, moto e molti altri prodotti. Preciso, solido, durevole e con display digitale (clicca sull’immagine per accedere al prodotto):

Download dei Firmware

Clicca sul logo del firmware selezionato per avviare il download (colonna a SX con acceleratore lineare, DX quadratico).

Il file zip appena scaricato non va scompattato ma bensì va lasciato così come è.

In cerca di comfort extra? Valuta l’acquisto della gettonatissima sospensione anteriore Monorim per Ninebot MAX! Totalmente plug & play, conferisce al monopattino molta più ammortizzazione su sconnesso, pavé e buche! Clicca sull’immagine per accedere alla scheda tecnica:

Installazione del Firmware

Per l’installazione è necessario disporre di uno smartphone Android, successivamente è necessario installare l’applicazione XiaoFlasher, disponibile su Play Store. Clicca sull’icona per accedere al download dell’applicazione:

Download Xiaoflasher

Prima di installare il firmware vero e proprio apri l’app ufficiale Ninebot e imposta il KERS (recupero energia) su DEBOLE! Un kers medio o forte potrebbero provocare surriscaldamenti, anche su monopattini di serie!

Successivamente:

  • Avvia il tuo monopattino
  • Avvia l’app XiaoFlasher facendo attenzione che Bluetooth e la localizzazione GPS siano attivi sul proprio smartphone
  • Una volta avviata la ricerca individua il tuo monopattino, cliccaci e successivamente premi il tasto centrale del tuo monopattino per confermare la connessione.
  • Clicca su “SELECT ZIP FILE
  • Individua e seleziona il file appena scaricato, ad esempio BOOST_PP_LINEAR. zip
  • Clicca su “⚠ Flash selected zip File ⚠
  • L’app ti chiederà di fare una eventuale donazione, sei libero di cliccare su “I Don’t want to make a donation”
  • Attendi il completamento del flashing del file
  • Riavvia il monopattino e goditi le nuove prestazioni!

Apprezzi il nostro lavoro di studio e test sul campo, i contenuti e le guide gratuite di Monopattinoitalia.it e vuoi supportarlo nello sviluppo di nuovi contenuti? Se ti va effettua una donazione libera tramite Paypal, te ne saremo infinitamente grati!

Per chi fosse interessato al riportare il monopattino al firmware originale ecco qui li link per il download: DRV 126 VANILLA (basterà eseguire il flash di questo file).